Benvenuti a Cosmopoli!

Arrivare all'Elba con il traghetto è già di per sé un'esperienza ... e non mi riferisco a ritardi, mare mosso o chissà cos'altro. Parlo proprio dello spettacolo che ci troviamo di fronte appena si entra in rada a Portoferraio. Cosimo, quello de' Medici, fece proprio un bel lavoro quando intorno al 1500 ordinò la fortificazione della medievale Ferraja, trasformandola nella sua - ormai nostra - Cosmopoli: la città di Cosimo, la città del Cosmo. Certo non sono qui per parlare di storia della mia cittadina, non ne ho proprio le competenze, ma rimando a questo link per chi volesse approfondire l'argomento. Sono invece qui per accompagnarvi per una "prima" passeggiata a Portoferraio e lasciarvi magari un'ispirazione sui luoghi che potrete poi approfondire per conto vostro (aprite i vari link nel post) 

Partiamo - a piedi - dal 28.

Tanto per accumulare un po' di energia inizierei con un bel gelato; sotto casa avete l'imbarazzo della scelta: gelateria da Massimo, il Gelato degli Artisti, o Zero Gradi poco più avanti. La faccenda è seria e qui a Portoferraio ci sono delle vere e proprie "scuole di pensiero" su quale sia la migliore gelateria. Suggerisco senza dubbio di provarle tutte ed eleggere la propria personale vincitrice. 
Da via Carducci si raggiunge in un attimo il lungomare che conduce al porto mediceo. La passeggiata è bellissima; sulla destra vi trovate il mare con la sua schiera di barche ormeggiate - è divertente cercare di dare una sbirciata dentro - sulla sinistra bar e negozi di ogni tipo. Propongo un'occhiata attenta (con possibile sosta per acquisti) a queste vetrine, sono eccellenze elbane: Acqua dell'ElbaLocmanDampaì. Per un aperitivo segnalo invece, in ordine di mio personalissimo gradimento: il BarettoTonninaCaffè Roma. C'è anche Mordisco, io non ci sono ancora stata ma è davvero un gioiellino.

La Torre della Linguella
(o del Martello o di Passannan
te)
Proseguiamo sul lungomare fino ad arrivare all'Area archeologica della Linguella. Torniamo poi indietro per accedere alla vecchia città fortificata di Portoferraio attraverso la Porta a Mare. Qui è tutto un susseguirsi di piazze, piazzette, vie, scalinate e salite con diversi bei negozietti e localini da scoprire. La cosa migliore è girovagare un po' a caso, perdersi nella città vecchia e continuare poi la nostra passeggiata insieme. Passiamo davanti all'Arsenale delle Galeazze e qui avrei voglia di aprire una parentesi grossa come una casa riguardo a questa struttura semi-abbandonata a se stessa che in tempi non lontanissimi ospitava il mercato coperto mentre oggi vi si trovano un supermercato ed altri negozi. Non sarebbe meraviglioso ristrutturarla e valorizzarla a dovere per accogliere un Signor Mercato Centrale come si trovano in molte città? (vedi l'esempio di Firenze) Vabbè. Passiamo oltre, in tutti i sensi. Arriviamo al Grigolo, giusto per un languido stop fronte mare ai Bagni Napoleone. Da qui possiamo iniziare la salita verso la parte alta della cittadina per arrivare fino al Forte Stella dove troneggia il nostro faro, purtroppo non visitabile perché ancora in funzione. In discesa troviamo invece la Villa dei Mulini. Questa, a mio avviso, merita la visita non tanto in quanto residenza ufficiale di Napoleone all'Elba, quanto per lo splendido panorama che si può ammirare dal giardino a picco sul mare. Seguendo Via del Falcone e prima di arrivare al Forte omonimo, merita una deviazione la Spiaggia delle Viste, specialmente nelle giornate con vento di scirocco. Una salita non troppo dolce ci riporta sul nostro itinerario e raggiungiamo così Forte Falcone. Questo luogo per me è semplicemente FANTASTICO! Si trova sulla collina più alta di Portoferraio e si ha una vista sulla città e sul mare aperto che per me non ha rivali. Giusto un paio di foto:

dal Forte Falcone panorami così
Forse la "finestra" più fotografata all'Elba  

Attraverso il solito labirinto di strade e scale cerchiamo di arrivare al delizioso Teatro dei Vigilanti. Delizioso non solo il teatro ma anche la piazzetta che lo ospita, affacciata sul centro cittadino, nonché questo bistrot di cui avevo già parlato
Lasciamo il teatro sulla nostra destra e proseguiamo per via del Carmine e, così come siamo entrati nella Portoferraio medicea attraverso la Porta a Mare, usciamo da quella "a Terra". Ancora pochi minuti e siamo di nuovo al 28. Ecco qui, più o meno, il giro di oggi.



Il sito web ufficiale del Comune di Portoferraio: Cosmopoli Travel, illustra e dettaglia diversi altri itinerari. Vi consiglio assolutamente di dare un'occhiata a tutto il sito, è veramente ben fatto e ci sono ottimi spunti di ogni tipo per scoprire la nostra Cosmopoli. Purtroppo spesso Portoferraio viene vissuta solo come "porto", come punto di attracco quando si arriva all'Elba con il traghetto per raggiungere poi altre mete sull'Isola eppure ...

Portoferraio è una cittadina magica che saprà incantarvi, 
guardatela e amatela con questo video:

Commenti